News

Cosa succede nel team Sky?





Sembra esserci una fronda contro Brailsford

Alcuni corridori avrebbero messo in discussione il ruolo del gran capo della Sky Dave Brailsford. Questa è l’esclusiva, lanciata ieri da Cyclingnews, secondo cui sarebbe stato chiesto al team manager di lasciare la squadra in seguito ai sospetti alimentati negli ultimi giorni dall Ukad ( agenzia antidoping britannica) sul pacco sospetto di farmaci consegnato a Wiggins nel 2011.

 

I corridori fanno quadrato

Poco dopo che è uscita la notizia però molti corridori della squadra hanno subito dato il massimo supporto a Brailsford attraverso Twitter. Geraint Thomas ha scritto che “noi vogliamo Dave al 100%! Lo conosco da tanto tempo e non vorrei nessun altro a guidare la squadra”. Gli ha fatto eco Luke Rowe, che ha risposto: “Non avrei potuto dirlo meglio. Sono al 100% con Dave”. Sulla stessa linea anche Kwiatkowski e gli italiani Diego Rosa e Elia Viviani, con l’oro olimpico veronese che ritiene Brailsford ” il nostro super leader”. Ha gettato ulteriore acqua sul fuoco anche Peter Kennaugh: ” Penso che tutti i corridori della Sky sarebbero d’accordo con me nel dire che supportiamo completamente Dave”.

La posizione di Froome

Chris Froome però non si è fatto sentire. Potrebbe essere lui il grande personaggio a capo della fronda. Alcuni elementi vanno verso la sua direzione: i rapporti con Wiggins sono deteriorati dal famoso Tour 2012 e non il kenyano bianco non può certo aver preso bene l’alleanza tra il baronetto e Brailsford nella gestione del caso farmaci. Froome infatti si è speso più volte in questi anni per difendersi dalle accuse di doping e potrebbe averne abbastanza dei sospetti intorno a Brailsford.

 

Conseguenza

Per ora queste sono ipotesi e la maggior parte dei corridori sembrano, almeno ufficialmente, appoggiare in pieno Brailsford. Un po’ poco per parlare di fronda. Il silenzio di Froome però è reale così come quello di altri pezzi grossi come Stannard, Landa e Kiryenka. Se ci fosse davvero una spaccatura nel team Sky, potrebbe avere ripercussioni importanti sull’affiatamento e nella gestione tattica delle corse. La questione andrà risolta.

 

 

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

pub

The Latest

To Top