Tour de France

Tour de France 2018, partenza spettacolare con il Passage du Gois

@velonews.com




Svelate ufficialmente le prime 3 tappe

E’ stato annunciato ufficialmente il percorso delle prime 3 tappe del Tour de France 2018. Si partirà dalla Vandea, sulla costa occidentale francese bagnata dall’Oceano Atlantico. Qui i corridori affronteranno il mitico Passage du Gois, una lingua di terra pavimentata che collega l’isola di Noirmoutier-En-L’Ïle con la terraferma e che viene  sommersa due volte al giorno dalla marea dell’Oceano. Il direttore di corsa Christian Prudhomme ha spiegato: “Questo passaggio incredibile e unico al mondo sarà la prima immagine che la gente vedrà guardando il Tour de France alla televisione “.

Magia e insidie

I primi 195 km si snoderanno da  Noirmoutier-En-L’Ïle fino a Fontenay-le-Comte, in prevalenza lungo la costa: frazione dedicata ai velocisti ma attenzione al vento e ai possibili ventagli. Il Tour, come è noto, si decide anche con questi dettagli. Il Passage du Gois non dovrebbe rappresentare problemi visto che è inserito alla partenza: il selciato di 4 km avvolto dalla magia ha ospitato la partenza già nel 2011, nell’edizione vinta da Cadel Evans. Venne inserito anche nel mezzo della seconda tappa del Tour 1999, quando risultò letale: il gruppo si spezzò in seguito ad una caduta dovuta alla sua superficie scivolosa, molti corridori finirono in mare e Zulle perse il Tour. All’epoca furono indimenticabili le parole di Boogerd: “Chi è il pazzo che ci ha mandato su una strada nel mare?”.

Cronosquadre

La seconda tappa sarà ancora dedicata ai velocisti, con i 185 km da La Roche-Sur-Yon a Mouilleron-St-Germain. Il terzo giorno invece è già uno di quelli decisivi: cronosquadre di 35 km con partenza e arrivo da Cholet. Tutte le prime tappe saranno dunque in Vandea, compresa la partenza della quarta, da La Baule, di cui ancora non si conosce l’arrivo.

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

The Latest

To Top